La professoressa Isabella Milani è online

La professoressa Isabella Milani è online
"ISABELLA MILANI" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy dei miei alunni, dei loro genitori e dei miei colleghi. In questo modo ciò che descrivo nel blog e nel libro non può essere ricondotto a nessuno.

visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

SCRIVIMI

all'indirizzo

professoressamilani@alice.it

ed esponi il tuo problema. Scrivi tranquillamente, e metti sempre un nome perché il tuo nome vero non comparirà assolutamente. Comparirà un nome fittizio e, se occorre, modificherò tutti i dati che possono renderti riconoscibile. Per questo motivo, mandandomi una lettera, accetti che io la pubblichi. Se i particolari cambiano, la sostanza no e quello che ti sembra che si verifichi solo a te capita a molti e perciò mi sembra giusto condividere sul blog la risposta. IMPORTANTE: se scrivi un commento sul BLOG, NON FIRMARE CON IL TUO NOME E COGNOME VERI se non vuoi essere riconosciuto, perché io non posso modificare i commenti.

Non mi scrivere sulla chat di Facebook, perché non posso rispondere da lì.

Ricevo molte mail e perciò capirai che purtroppo non posso più assicurare a tutti una risposta. Comunque, cerco di rispondere a tutti, e se vedi che non lo faccio, dopo un po' scrivimi di nuovo, perché può capitare che mi sfugga qualche messaggio.

Proprio perché ricevo molte lettere, ti prego, prima di chiedermi un parere, di leggere i post arretrati (ce ne sono moltissimi sulla scuola), usando la stringa di ricerca; capisco che è più lungo, ma devi capire anche che se ho già spiegato più volte un concetto mi sembra inutile farlo di nuovo, per fare risparmiare tempo a te :-)).

INFORMAZIONI PERSONALI

La mia foto
La professoressa Milani, toscana, è un’insegnante, una scrittrice e una blogger. Ha un’esperienza di insegnamento alle medie inferiori e superiori più che trentennale. Oggi si dedica a studiare, a scrivere e a dare consigli a insegnanti e genitori. "Isabella Milani" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy degli alunni, dei loro genitori e dei colleghi. È l'autrice di "L'ARTE DI INSEGNARE. Consigli pratici per gli insegnanti di oggi", e di "Maleducati o educati male. Consigli pratici di un'insegnante per una nuova intesa fra scuola e famiglia", entrambi per Vallardi.

SEGUIMI su facebook

SEGUIMI SU TWITTER

Se vuoi seguirmi clicca su SEGUI

venerdì 7 dicembre 2012

Sto lavorando a una nuova versione del libro..! 341°

Cari lettori, sto lavorando ad una nuova versione, ampliata, del libro.
Se avete richieste o suggerimenti riguardo a quello che potrei approfondire o aggiungere, FATEVI AVANTI!  Potete scrivermi tutti, anche al mio indirizzo professoressamilani@alice.it
Grazie!
Consigli pratici per giovani insegnanti

3 commenti:

  1. Ciò che ho apprezzato di più sono gli esempi concreti come quello del palloncino tanto per citarne uno. Mettine più che puoi, così prendiamo spunto! Un'altra cosa che non ho ancora imparato a fare è prevedere le mosse che un alunno può fare, le sue reazioni ai nostri interventi. Anche su questo aspetto ogni altro esempio sarà ben accetto.
    E infine un bel vademecum su come affrontare gli scrutini e decidere per il bene del ragazzo. Ma mi sa che questo è chiedere troppo...
    In ogni caso: GRAZIE!!!!

    RispondiElimina
  2. Prof. potrebbe inserire anche qualcosa su come far capire ai ragazzi da parte della Presidenza o dei singoli docenti a inizio anno scolastico tramite riunione "totale" in Aula Magna (quando ce n'è una...), che tutte le materie hanno lo stesso peso e la stessa importanza?
    Inoltre ho avuto modo di notare, parlando con le Proff. di mio figlio, che rilevano che in classe c'è una specie di competizione malsana del tipo: "Ah, il suo disegno è stato appeso in aula e il mio no, certo a casa glielo fa la mammma!", e ho visto che le Proff. ci rimangono di stucco. Ecco, non potrebbe dare consigli su come stimolare una competizione costruttiva quando in una classe ci sono elementi, per così dire "invidiosetti"?
    Quella del palloncino, convengo che è notevole, ma ho anche apprezzato quella del silenzio glaciale sulla porta dell'aula in attesa che si accorgano che c'è la Prof. e si zittiscano progressivamente come un registratore cui si stiano scaricando le pile ;)!!!!!!!
    Cordiali saluti .
    Paola

    RispondiElimina
  3. Cara Isabella, rispondo tardi, ma non visitavo il tuo blog da un po'. Per me sarebbero utili esempi di frasi che usi nelle varie situazioni. A me spesso non vengono le parole per riprendere gli alunni o per metterli al loro posto, così mi sono stampata molti dei post in cui fai gli esempi di cosa si sarebbe potuto dire in quel particolare caso. Non so se una sorta di "frasario" sia una cosa fattibile. Un saluto.

    RispondiElimina

DESIDERI ESSERE AVVERTITO VIA MAIL DELLA PUBBLICAZIONE DI NUOVI POST? Inserisci la tua email

ULTIMI COMMENTI

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
CHIEDETELE L'AMICIZIA!!

Archivio blog dove potete leggere tutti i blog dal primo, del 31 maggio 2010