visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

La professoressa Milani

La professoressa Milani
La professoressa Milani. Ritratto di Moise.

QUESTO BLOG NON E' UN FORUM.

QUI NON SI FA POLEMICA E NON SI LITIGA.

Chi lo desidera può intervenire ma solo con educazione.

Commenti anonimi non verranno presi in considerazione.

Il mio blog non è fatto per scambiare le opinioni, ma per esprimere le mie, per condividere le mie esperienze e per dare dei consigli, sperando di essere di aiuto a qualcuno. Quella di non volere il dibattito nel blog è una scelta obbligata, se voglio continuare ad avere il tempo di scrivere (sul blog, su facebook e privatamente).

Tutti possono leggere i consigli che do, e accettarli, se li ritengono validi. Lascio a tutti la libertà di pensarla diversamente, ma non quella di pretendere che io controbatta. E non lascio neanche la libertà di controbattere sul blog quello che scrivo, perché questo mi obbligherebbe a rispondere. Per questo ci sono i forum, appunto.

Metto continuamente in discussione e valuto le mie idee discutendo con le mie colleghe (e con i miei colleghi) e leggendo quello che scrivono sul web gli insegnanti, i giornalisti, gli psicologi, gli psichiatri, i pedagogisti, ecc..

Le mie idee sono spesso il risultato del contrasto fra visioni diverse della scuola.

venerdì 13 maggio 2011

Come risolvere il problema del bullismo. Prima parte. 201°

Si è parlato fino alla nausea dei bulli e del bullismo. Ai bulli sono stati dedicati tante volte titoli in prima pagina.
Uno per tutti:
“Galleggiante in gola: ‘Ingoia o sei una checca’. Episodio di bullismo o incidente? … Inchiesta interna della scuola. Gli altri studenti raccontano che è stato un gioco”.
I ragazzi, oggi, fanno di tutto e poi, se li rimproveri dichiarano “ma era uno scherzo!”. Anche il bullismo, dunque, appare come un gioco agli occhi dei bulli.
Come se fosse un fenomeno molto semplice e chiaro, sul bullismo tutti hanno le idee chiare su come risolvere il problema. Per esempio, in internet, nei forum sul bullismo si possono leggere interventi come questi :
“ Ai nostri giovani pargoli altro che merendine e play station; carne cruda e scudisciate col nervo di bue...”
“La colpa è della televisione che distrugge la capacità cerebrale di sapere ciò che è meglio da ciò che è peggio […] il bambino vuole sempre di più, e dopo che ha tutti i beni materiali che desidera decide di mettere sotto il compagno più debole. Ci vorrebbero più schiaffi e meno cellulari.”
“Mi rincresce molto dover sostenere una tesi del genere, ma credo che si dovrebbe ritornare alle care vecchie punizioni di una volta: bacchettate sulle mani, in ginocchio sui ceci, e roba del genere.”
“ I buoni metodi antichi sono sempre migliori di tutte le fandonie che raccontano gli psicologi infantili.
“ Violenza nelle scuole: quali soluzioni? Il lavoro in miniera! Pene severe ci vogliono, ma non solo per questi balordi anche i genitori andrebbero puniti , perché i genitori come principio hanno il sacrosanto dovere di insegnare ai propri figli a rispettare il prossimo e non ci sono scusanti che tengano.
“Creare una classe bullista e metterli tutti lì. Lezione affidata a maestro super bullo. Riprendere con videotelefonino e farlo vedere ai non bulli.”
Alla violenza dei bulli si risponde con la violenza.
Li abituiamo ad assistere alla violenza e a giocare a videogiochi violenti e poi ci stupiamo se considerano la violenza "un gioco" o “uno scherzo” .
E’ come se addestrassimo ai combattimenti dei pitbull e poi li picchiassimo perché sono diventati aggressivi.
(continua)

Nessun commento:

Posta un commento

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
Chiedetele l'amicizia!

Informazioni personali (semiserie)

Le mie foto
Italy
La professoressa Milani è una famosa professoressa italiana. Toscana, per la precisione. E' un'insegnante normalissima, come ce ne sono tante, nella Scuola italiana. Non è "una gran bellezza", ma nemmeno "una gran bruttezza". In qualche periodo c'è qualche chilo di troppo. O forse sembra a lei. Il sorriso, sì, è bello. Ma se si arrabbia la bocca diventa una lama tagliente e gli occhi azzurri si trasformano in ghiaccio grigio. Di lei potete vedere il ritratto che le ha fatto il famoso fumettista italiano Paolo Moisello, "Moise": hanno avuto la fortuna di conoscersi, parecchi anni fa, alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.

Precisazioni doverose

Nessun animale, nessun alunno, nessun professore, collaboratore scolastico, collaboratore amministrativo, dirigente o genitore ha subito o subirà violenza durante la scrittura di questo blog. Ogni riferimento a fatti, persone o cose è mascherato per il rispetto della privacy. Per lo stesso motivo tutti i nomi sono di fantasia.

Se qualcuno ci riconosce un fondo di grande verità, questo è assolutamente voluto.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di questo blog sono protetti dalla licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Isabella Milani. Tutti i diritti riservati


Ogni diritto sui contenuti del blog è riservato ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo blog (comprese le immagini ) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

Precisazione:è permesso condividere i post indicando la provenienza.

Non è possibile utilizzare il ritratto della prof. Isabella Milani fatto per lei da Paolo Moisello, di proprietà della prof. Milani, su blog, siti o come immagine profilo su facebook, ecc.