La professoressa Isabella Milani è online

La professoressa Isabella Milani è online
"ISABELLA MILANI" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy dei miei alunni, dei loro genitori e dei miei colleghi. In questo modo ciò che descrivo nel blog e nel libro non può essere ricondotto a nessuno.

visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

SCRIVIMI

all'indirizzo

professoressamilani@alice.it

ed esponi il tuo problema. Scrivi tranquillamente, e metti sempre un nome perché il tuo nome vero non comparirà assolutamente. Comparirà un nome fittizio e, se occorre, modificherò tutti i dati che possono renderti riconoscibile. Per questo motivo, mandandomi una lettera, accetti che io la pubblichi. Se i particolari cambiano, la sostanza no e quello che ti sembra che si verifichi solo a te capita a molti e perciò mi sembra giusto condividere sul blog la risposta. IMPORTANTE: se scrivi un commento sul BLOG, NON FIRMARE CON IL TUO NOME E COGNOME VERI se non vuoi essere riconosciuto, perché io non posso modificare i commenti.

Non mi scrivere sulla chat di Facebook, perché non posso rispondere da lì.

Ricevo molte mail e perciò capirai che purtroppo non posso più assicurare a tutti una risposta. Comunque, cerco di rispondere a tutti, e se vedi che non lo faccio, dopo un po' scrivimi di nuovo, perché può capitare che mi sfugga qualche messaggio.

Proprio perché ricevo molte lettere, ti prego, prima di chiedermi un parere, di leggere i post arretrati (ce ne sono moltissimi sulla scuola), usando la stringa di ricerca; capisco che è più lungo, ma devi capire anche che se ho già spiegato più volte un concetto mi sembra inutile farlo di nuovo, per fare risparmiare tempo a te :-)).

INFORMAZIONI PERSONALI

La mia foto
La professoressa Milani, toscana, è un’insegnante, una scrittrice e una blogger. Ha un’esperienza di insegnamento alle medie inferiori e superiori più che trentennale. Oggi si dedica a studiare, a scrivere e a dare consigli a insegnanti e genitori. "Isabella Milani" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy degli alunni, dei loro genitori e dei colleghi. È l'autrice di "L'ARTE DI INSEGNARE. Consigli pratici per gli insegnanti di oggi", e di "Maleducati o educati male. Consigli pratici di un'insegnante per una nuova intesa fra scuola e famiglia", entrambi per Vallardi.

SEGUIMI su facebook

SEGUIMI SU TWITTER

Se vuoi seguirmi clicca su SEGUI

martedì 24 gennaio 2017

I COMMENTI CHE NON PUBBLICO

Cari lettori, vorrei ribadire qualche concetto: 

- non posso pubblicare commenti di chi racconta nei dettagli situazioni riguardanti bambini o ragazzi, insegnanti o genitori e si firma con il nome (il che è giusto) e COGNOME (il che non è opportuno perché si diventa riconoscibilissimi e io devo salvaguardare la privacy). 

- non pubblico i commenti che esprimono concetti sui quali non sono d'accordo e che mi obbligherebbero a rispondere. Questo non significa che non accetto il confronto. Significa che non lo accetto qui, perché questo non è un forum di discussione e significa anche che non ho tempo per rispondere, a meno che io non trovi utile farlo.

- e, ovviamente, come ho già detto moltissime volte, non pubblico commenti con toni polemici.


Chi si riconosce in questo, sa perché non ho pubblicato il suo commento e può scrivermi di nuovo, attenendosi a questi due concetti.




Potete leggere anche questo post.

4 commenti:

  1. Buon giorno dottoressa , io volevo porle una domanda e le chiedo se gentilmente riuscira' a rispondermi se possibile! Ho una figlia che compie 10 anni questa settimana! Fa quinta elementare ed è una primina! Premetto che ha scuola va bene, io sono una madre presente sempre fin troppo attenta a tutto( a detta di tutti) super visioni e controllo tutto! Quest anno sto cercando di renderla più autonoma possibile e quindi voglio che studi da sola, chiede il mio aiuto solo quando non comprende qualcosa! Premetto che oltre a frequentare la scuola pratica ginnastica artistica a livello agonistico per 6 ore alla settimana! È' una bambina che racconta le cose però' quando ha un problema, o comunque quando pensa a qualcosa che secondo lei è un problema inizia a piangere e per farmi raccontare che cosa succede devo minacciarla di non farla andare a ginnastica o che le tolgo il cellulare fino a quando non cede e mi racconta! Questo accade anche quando a volte la sera mi chiede di sentirle la lezione, comincia a piangere singhiozzando, dice che non la sa e va a dormire stremata, facendomi arrabbiare e rimanere in pensiero. Il giorno dopo viene interrogata e prende sempre 9 o 10! Non riesco a capire questo comportamento! Anche perché sia io che mio marito le stiamo vicino , le chiediamo sempre se ha qualche problema, e se a volte è capitato che prendesse un brutto voto non L abbiamo mai sgridata! Siamo molto preoccupati ! Mi può consigliare? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi mandi una mail, così posso risponderle sotto il post giusto. Questo non è giusto.
      professoressamilani@alice.it

      Elimina
  2. Solo un piccolo particolare. Il rimbalzo è immediato...
    Questi animatori digitali che tengono i corsi di aggiornamento lasciano proprio a desiderare, vero?

    RispondiElimina

DESIDERI ESSERE AVVERTITO VIA MAIL DELLA PUBBLICAZIONE DI NUOVI POST? Inserisci la tua email

ULTIMI COMMENTI

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
CHIEDETELE L'AMICIZIA!!

Archivio blog dove potete leggere tutti i blog dal primo, del 31 maggio 2010