La professoressa Isabella Milani è online

La professoressa Isabella Milani è online
"ISABELLA MILANI" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy dei miei alunni, dei loro genitori e dei miei colleghi. In questo modo ciò che descrivo nel blog e nel libro non può essere ricondotto a nessuno.

visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

SCRIVIMI

all'indirizzo

professoressamilani@alice.it

ed esponi il tuo problema. Scrivi tranquillamente, e metti sempre un nome perché il tuo nome vero non comparirà assolutamente. Comparirà un nome fittizio e, se occorre, modificherò tutti i dati che possono renderti riconoscibile. Per questo motivo, mandandomi una lettera, accetti che io la pubblichi. Se i particolari cambiano, la sostanza no e quello che ti sembra che si verifichi solo a te capita a molti e perciò mi sembra giusto condividere sul blog la risposta. IMPORTANTE: se scrivi un commento sul BLOG, NON FIRMARE CON IL TUO NOME E COGNOME VERI se non vuoi essere riconosciuto, perché io non posso modificare i commenti.

Non mi scrivere sulla chat di Facebook, perché non posso rispondere da lì.

Ricevo molte mail e perciò capirai che purtroppo non posso più assicurare a tutti una risposta. Comunque, cerco di rispondere a tutti, e se vedi che non lo faccio, dopo un po' scrivimi di nuovo, perché può capitare che mi sfugga qualche messaggio.

Proprio perché ricevo molte lettere, ti prego, prima di chiedermi un parere, di leggere i post arretrati (ce ne sono moltissimi sulla scuola), usando la stringa di ricerca; capisco che è più lungo, ma devi capire anche che se ho già spiegato più volte un concetto mi sembra inutile farlo di nuovo, per fare risparmiare tempo a te :-)).

INFORMAZIONI PERSONALI

La mia foto
La professoressa Milani, toscana, è un’insegnante, una scrittrice e una blogger. Ha un’esperienza di insegnamento alle medie inferiori e superiori più che trentennale. Oggi si dedica a studiare, a scrivere e a dare consigli a insegnanti e genitori. "Isabella Milani" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy degli alunni, dei loro genitori e dei colleghi. È l'autrice di "L'ARTE DI INSEGNARE. Consigli pratici per gli insegnanti di oggi", e di "Maleducati o educati male. Consigli pratici di un'insegnante per una nuova intesa fra scuola e famiglia", entrambi per Vallardi.

SEGUIMI su facebook

SEGUIMI SU TWITTER

Se vuoi seguirmi clicca su SEGUI

sabato 26 settembre 2015

Per i miei lettori che hanno un blog

Cari lettori, vi ricordo il post "I blog degli amici di Isabella Milani".

Chi lo desidera può inserire il link al suo blog, con una breve descrizione.
Naturalmente deve essere attinente agli argomenti trattati nel mio blog e, soprattutto, non contenere concetti che siano in netto contrasto con quello che scrivo.
Per fare qualche esempio: se uno mette un blog di consigli su come cacciare il fagiano, io lo cancello. Se uno mette un blog per sostenere che l'eutanasia è un crimine orrendo, io lo cancello. Se uno mette un blog per sostenere la pena di morte, io lo cancello. Se uno mette un blog per pubblicizzare il suo pub,  io lo cancello. Se uno mette un blog che suggerisce la necessità del ritorno di un uomo forte, io lo cancello. E così via.
Non si tratta di non essere disponibili o di non accettare il confronto: il problema è che l'alto numero di visite comporta un alto numero di interventi pubblici e di mail che ricevo in privato, e quindi, non solo non voglio, ma anche mi è impossibile dedicare del tempo al dibattito.
Come ho scritto: questo blog non vuole essere un forum di discussione, anche se gli utenti possono esprimere le loro opinioni.

Fatte queste precisazioni, segnalate qui il vostro blog!

3 commenti:

  1. Cara Isabella, seguo assiduamente il tuo blog e lo apprezzo molto. Sono un insegnante di lettere, psicologo e mi piacerebbe che avesse visibilità il mio blog pensato soprattutto per dare consigli ai giovani. Spero che ti piaccia :)
    http://spazioadolescenza.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Mi chiamo Simona Martini e sono una docente di scuola secondaria di primo grado, insegno lettere.

    L’idea di avere un blog nasce dalla voglia di mettermi in discussione, nasce dal momento in cui mi annoiavo durante le mie lezioni tanto da pensare che non avrei potuto pretendere attenzione se non con una didattica diversa, accattivante ma allo stesso tempo al passo coi tempi, non certo i miei ma i tempi dei miei alunni. Il mondo cambia e la scuola deve cambiare con esso per essere efficace luogo di formazione di persone e cittadini. Diciamo che i mio modo di insegnare era già di per sé atipico ma uno spazio on line è stato solo l’inizio del vero cambiamento.

    Gocce di armonia ha un significato particolare, come si può leggere nella pagina

    “Armonia significa sovrapposizione, incontro, combinazione di suoni diversi. Suonare insieme vuol dire anche ascoltare l’altro per potersi migliorare, per poter sentire la musica con l’altro, per poter costruire insieme. Questo è quello che cerco di fare con i miei studenti: creare armonia, insegnando quanto ascoltare e ascoltarsi sia importante per imparare e conoscere insieme, insegnante inclusa. Speriamo di comporre, goccia dopo goccia, un mare di sinfonie …”

    Questo è il modo di pensare l’insegnamento, così mi piace.

    Il blog è uno spazio dalle molteplici funzioni, uno spazio dove si incontrano tutte le attività svolte in classe e altrove: le mie lezioni, le lezioni create dai ragazzi, i lavori realizzati dai ragazzi che prima di arrivare alla pubblicazione seguono un percorso complesso di autocorrezione e scambio continuo con me; il blog serve a sentirci sempre in contatto, nonostante in questo spazio siano convogliati altri modi di didattica (classe virtuale, wiki per scrittura collaborativa, giornale della scuola … ), un modo per ripassare, per studiare, per aiutare chi vede la strada più in salita o, perché no, per far venir la voglia di studiare a chi non ne vuole proprio sapere. Spero inoltre di essere utile a molti miei colleghi, in tanti mi scrivono per chiedermi consigli e non nascondo che questo mi fa molto piacere, spesso si dimentica il valore della condivisione, spesso non abbiamo tempo o magari pensiamo che il nostro sia un insegnamento ordinario che non possa interessare nessuno o peggio siamo gelosi delle nostre idee, mentre condividere le buone pratiche, soprattutto a scuola, è un’ottima occasione per migliorarsi e continuare sempre a imparare … anche dai nostri alunni.

    http://www.goccediarmonia.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Sono la 'povna, di mestiere insegno lettere in una scuola tecnica e letterature comparate in ambito universitario. Il mio blog mi pare in linea con le cose che proponi qui sopra, e spazia dalle cronache scolastiche a qualche recensione o interventi di politica culturale.
    Grazie del confronto sempre propositivo che si trova quassù. :-)

    http://nemoinslumberland.wordpress.com/

    RispondiElimina

DESIDERI ESSERE AVVERTITO VIA MAIL DELLA PUBBLICAZIONE DI NUOVI POST? Inserisci la tua email

ULTIMI COMMENTI

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
CHIEDETELE L'AMICIZIA!!

Archivio blog dove potete leggere tutti i blog dal primo, del 31 maggio 2010