La professoressa Isabella Milani è online

La professoressa Isabella Milani è online
"ISABELLA MILANI" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy dei miei alunni, dei loro genitori e dei miei colleghi. In questo modo ciò che descrivo nel blog e nel libro non può essere ricondotto a nessuno.

visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

SCRIVIMI

all'indirizzo

professoressamilani@alice.it

ed esponi il tuo problema. Scrivi tranquillamente, e metti sempre un nome perché il tuo nome vero non comparirà assolutamente. Comparirà un nome fittizio e, se occorre, modificherò tutti i dati che possono renderti riconoscibile. Per questo motivo, mandandomi una lettera, accetti che io la pubblichi. Se i particolari cambiano, la sostanza no e quello che ti sembra che si verifichi solo a te capita a molti e perciò mi sembra giusto condividere sul blog la risposta. IMPORTANTE: se scrivi un commento sul BLOG, NON FIRMARE CON IL TUO NOME E COGNOME VERI se non vuoi essere riconosciuto, perché io non posso modificare i commenti.

Non mi scrivere sulla chat di Facebook, perché non posso rispondere da lì.

Ricevo molte mail e perciò capirai che purtroppo non posso più assicurare a tutti una risposta. Comunque, cerco di rispondere a tutti, e se vedi che non lo faccio, dopo un po' scrivimi di nuovo, perché può capitare che mi sfugga qualche messaggio.

Proprio perché ricevo molte lettere, ti prego, prima di chiedermi un parere, di leggere i post arretrati (ce ne sono moltissimi sulla scuola), usando la stringa di ricerca; capisco che è più lungo, ma devi capire anche che se ho già spiegato più volte un concetto mi sembra inutile farlo di nuovo, per fare risparmiare tempo a te :-)).

INFORMAZIONI PERSONALI

La mia foto
La professoressa Milani, toscana, è un’insegnante, una scrittrice e una blogger. Ha un’esperienza di insegnamento alle medie inferiori e superiori più che trentennale. Oggi si dedica a studiare, a scrivere e a dare consigli a insegnanti e genitori. "Isabella Milani" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy degli alunni, dei loro genitori e dei colleghi. È l'autrice di "L'ARTE DI INSEGNARE. Consigli pratici per gli insegnanti di oggi", e di "Maleducati o educati male. Consigli pratici di un'insegnante per una nuova intesa fra scuola e famiglia", entrambi per Vallardi.

SEGUIMI su facebook

SEGUIMI SU TWITTER

Se vuoi seguirmi clicca su SEGUI

martedì 9 settembre 2014

"Sono stato appena immesso in ruolo. Che cosa devo fare?" 476° post


Franco mi scrive:

"Salve professoressa Milani,
sono uno dei vincitori del concorso 2012 e appena immesso in ruolo nella classe A033, tecnologia per la scuola media; sono architetto, precario (al di fuori della scuola) praticamente dalla laurea e non ho alcuna esperienza didattica, se si eccettuano un paio di anni di assistentato all'università, con alcune lezioni annesse.
Nonostante stia leggendo avidamente il suo testo "L'arte di insegnare" e stia cercando informazioni, dritte e consigli da amici e conoscenti, ho la sensazione di andare un po' allo sbaraglio in un ambiente lavorativo per me del tutto nuovo.
Non è solo l'aspetto didattico e il rapporto con la classe a preoccuparmi (e mi preoccupa moltissimo!), ma anche le dinamiche tra professori, le gerarchie, la burocrazia, i moduli da compilare,il registro elettronico e quant'altro: confesso di essere totalmente vergine e ignorante rispetto alla esperienza che sto per intraprendere.
Le scrivo perché credo che, tra i vincitori del "concorsone", siano in molti ad essere in questa situazione che avrebbero bisogno, come me, di qualche consiglio.
La ringrazio in ogni caso per l'attenzione.
Cordiali saluti, Franco.”

Caro Franco, effettivamente molti si lamentano del disagio di entrare nella Scuola senza ricevere opportune direttive su come muoversi nell’ambiente. Questo vale per i neo immessi in ruolo (alcuni dei quali, però, hanno già una certa esperienza) e per chi inizia come supplente.
Per l’aspetto didattico e per il rapporto con la classe hai già letto il blog e il libro e questo, vedrai, ti aiuterà. Per il rapporto con i colleghi: il discorso è lungo e credo che dovrò scriverci un altro post, ma posso dirti che è meglio che tu cerchi di farti avanti e di presentarti, perché per l’esperienza che ho io, sono pochi gli insegnanti che cercano di mettere a loro agio i nuovi arrivati. E devo dire che spesso i nuovi arrivati fanno gruppo fra loro e ignorano i colleghi più “vecchi”.
Vediamo che cosa posso dire, in sintesi, per aiutare te e gli altri.
Il consiglio principale è quello di chiedere aiuto. A chi? Appena entri chiedi se c’è un insegnante che si occupa dell’accoglienza dei nuovi insegnanti o dei supplenti. Dovrebbe esserci, ma supponiamo che tu non lo trovi. Chiedi chi è il coordinatore della classe o delle classi alle quali sei stato assegnato. Se per qualche ragione non è disponibile, vai in sala professori e aspetta che qualche collega ti chieda chi sei e si presenti. Ecco: chiedi a lei (o a lui) di darti una mano.
Naturalmente potrai chiedere delucidazioni anche al primo consiglio di classe e ascoltare bene tutto quello che viene spiegato o deciso in Collegio docenti, ma è meglio chiedere prima.
Ti suggerisco qualche domanda:
-   dove si trovano le classi alle quali sono stato assegnato? (devi arrivare in classe già sicuro di te, e non guardandoti intono perché non sai dove andare. Ricordi quello che dico riguardo all’essere percepiti come guide?)
-   devo riempire qualche modulo(in segreteria)?
-   C’è l’elenco degli alunni? Ci sono dei problemi nelle classi? Ci sono degli alunni problematici o che hanno handicap?
-   C’è già il registro? Avete il registro elettronico?
-   Qual è il registro delle comunicazioni?
-   Dove posso leggere le circolari? Ci sono delle circolari sul regolamento di Istituto?
-   Quali sono le regole della scuola per le assenze, per le uscite o le entrate fuori orario, per l’uso dei cellulari, per i ritardi?
-   C’è un’aula per la tecnologia? Ci sono aule LIM? Quali laboratori ci sono e come sono regolamentati?


Per adesso mi vengono in mente queste, Franco. Ora tocca a te! In bocca al lupo per tutto l’anno e per tutta la carriera.

DESIDERI ESSERE AVVERTITO VIA MAIL DELLA PUBBLICAZIONE DI NUOVI POST? Inserisci la tua email

ULTIMI COMMENTI

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
CHIEDETELE L'AMICIZIA!!

Archivio blog dove potete leggere tutti i blog dal primo, del 31 maggio 2010