La professoressa Isabella Milani è online

La professoressa Isabella Milani è online
"ISABELLA MILANI" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy dei miei alunni, dei loro genitori e dei miei colleghi. In questo modo ciò che descrivo nel blog e nel libro non può essere ricondotto a nessuno.

visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

SCRIVIMI

all'indirizzo

professoressamilani@alice.it

ed esponi il tuo problema. Scrivi tranquillamente, e metti sempre un nome perché il tuo nome vero non comparirà assolutamente. Comparirà un nome fittizio e, se occorre, modificherò tutti i dati che possono renderti riconoscibile. Per questo motivo, mandandomi una lettera, accetti che io la pubblichi. Se i particolari cambiano, la sostanza no e quello che ti sembra che si verifichi solo a te capita a molti e perciò mi sembra giusto condividere sul blog la risposta. IMPORTANTE: se scrivi un commento sul BLOG, NON FIRMARE CON IL TUO NOME E COGNOME VERI se non vuoi essere riconosciuto, perché io non posso modificare i commenti.

Non mi scrivere sulla chat di Facebook, perché non posso rispondere da lì.

Ricevo molte mail e perciò capirai che purtroppo non posso più assicurare a tutti una risposta. Comunque, cerco di rispondere a tutti, e se vedi che non lo faccio, dopo un po' scrivimi di nuovo, perché può capitare che mi sfugga qualche messaggio.

Proprio perché ricevo molte lettere, ti prego, prima di chiedermi un parere, di leggere i post arretrati (ce ne sono moltissimi sulla scuola), usando la stringa di ricerca; capisco che è più lungo, ma devi capire anche che se ho già spiegato più volte un concetto mi sembra inutile farlo di nuovo, per fare risparmiare tempo a te :-)).

INFORMAZIONI PERSONALI

La mia foto
La professoressa Milani, toscana, è un’insegnante, una scrittrice e una blogger. Ha un’esperienza di insegnamento alle medie inferiori e superiori più che trentennale. Oggi si dedica a studiare, a scrivere e a dare consigli a insegnanti e genitori. "Isabella Milani" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy degli alunni, dei loro genitori e dei colleghi. È l'autrice di "L'ARTE DI INSEGNARE. Consigli pratici per gli insegnanti di oggi", e di "Maleducati o educati male. Consigli pratici di un'insegnante per una nuova intesa fra scuola e famiglia", entrambi per Vallardi.

SEGUIMI su facebook

SEGUIMI SU TWITTER

Se vuoi seguirmi clicca su SEGUI

giovedì 2 gennaio 2014

Cari Colleghi, BUON ANNO! 431° post

Cari Colleghi, desidero augurare in particolare a tutti voi un Buon Anno! 
L'inizio dell'anno è il momento dei buoni propositi: approfittatene!
1. Prima di tornare a scuola, chiaritevi che cosa volete cambiare in classe e fatelo. Dite ai ragazzi che "l'inizio dell'anno è il momento dei buoni propositi" e che quindi da quel momento cambieranno alcune cose. Naturalmente, quello che dite che farete, poi dovrete farlo davvero.
2. Se siete stanchi anche dopo questi giorni di vacanza, decidete che dovete trovare il modo di riposarvi davvero e, soprattutto, di stancarvi meno: una visita medica, compiti in classe più brevi, una organizzazione del lavoro migliore, qualche strategia nuova che vi faccia faticare meno e vi permetta di essere più riposati e quindi più efficienti.
3. Se siete depressi fate qualcosa subito: parlatene con il vostro medico e imparate a sfogarvi con gli amici. Se faticate a trascinare voi stessi, figuriamoci se potete  riuscire a trascinare i ragazzi!
4. Se la vostra autostima è bassa decidete che è giunta l'ora di migliorarla: parlatene con uno psicologo, leggete dei libri sull'autostima e lavorate molto fino a diventare più sicuri di voi stessi. Una buona autostima è indispensabile per avere autorevolezza in classe.
5.Preparate un piano di lavoro di quello che vi resta da fare: scrivete una scaletta e ripromettetevi di seguirla.
6. Qualunque materia insegniate, ripromettetevi di leggere (e fatelo!) dei libri sulla comunicazione, sulla memoria, sulla gestione dei rapporti con gli altri, ecc. (se avete il mio libro, ricordate che in fondo c'è un'appendice con molti titoli interessanti).
7. Scegliete una delle cose che sapete fare meglio e trovate il modo di parlarne ai vostri alunni. Parlando di qualcosa di cui vi considerate esperti (purché si possa parlarne in classe!) avrete l'atteggiamento di una persona sicura e preparata.
8. Qualunque materia insegniate, fate un elenco di tutto quello che vi sembra importante nella vita e nella Scuola, e insegnate ai vostri alunni a fare un loro personale elenco.
9. Riflettete su quello che insegnate e chiedetevi se c'è qualcosa che potreste eliminare. Poi fatelo senza rimorso.
10. Mettete in discussione tutto quello che fate durante la vostra giornata- tipo e scegliete qualcosa da cambiare e qualcosa da eliminare senza sostituire altro.

Vi auguro molta energia, molta calma, molto entusiasmo, moltissima pazienza; vi auguro che lo Stato si dia da fare per la Scuola (come dovrebbe fare). 

Grazie per il vostro affetto.

DESIDERI ESSERE AVVERTITO VIA MAIL DELLA PUBBLICAZIONE DI NUOVI POST? Inserisci la tua email

ULTIMI COMMENTI

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
CHIEDETELE L'AMICIZIA!!

Archivio blog dove potete leggere tutti i blog dal primo, del 31 maggio 2010