La professoressa Isabella Milani è online

La professoressa Isabella Milani è online
"ISABELLA MILANI" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy dei miei alunni, dei loro genitori e dei miei colleghi. In questo modo ciò che descrivo nel blog e nel libro non può essere ricondotto a nessuno.

visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

SCRIVIMI

all'indirizzo

professoressamilani@alice.it

ed esponi il tuo problema. Scrivi tranquillamente, e metti sempre un nome perché il tuo nome vero non comparirà assolutamente. Comparirà un nome fittizio e, se occorre, modificherò tutti i dati che possono renderti riconoscibile. Per questo motivo, mandandomi una lettera, accetti che io la pubblichi. Se i particolari cambiano, la sostanza no e quello che ti sembra che si verifichi solo a te capita a molti e perciò mi sembra giusto condividere sul blog la risposta. IMPORTANTE: se scrivi un commento sul BLOG, NON FIRMARE CON IL TUO NOME E COGNOME VERI se non vuoi essere riconosciuto, perché io non posso modificare i commenti.

Non mi scrivere sulla chat di Facebook, perché non posso rispondere da lì.

Ricevo molte mail e perciò capirai che purtroppo non posso più assicurare a tutti una risposta. Comunque, cerco di rispondere a tutti, e se vedi che non lo faccio, dopo un po' scrivimi di nuovo, perché può capitare che mi sfugga qualche messaggio.

Proprio perché ricevo molte lettere, ti prego, prima di chiedermi un parere, di leggere i post arretrati (ce ne sono moltissimi sulla scuola), usando la stringa di ricerca; capisco che è più lungo, ma devi capire anche che se ho già spiegato più volte un concetto mi sembra inutile farlo di nuovo, per fare risparmiare tempo a te :-)).

INFORMAZIONI PERSONALI

La mia foto
La professoressa Milani, toscana, è un’insegnante, una scrittrice e una blogger. Ha un’esperienza di insegnamento alle medie inferiori e superiori più che trentennale. Oggi si dedica a studiare, a scrivere e a dare consigli a insegnanti e genitori. "Isabella Milani" è uno pseudonimo, scelto per tutelare la privacy degli alunni, dei loro genitori e dei colleghi. È l'autrice di "L'ARTE DI INSEGNARE. Consigli pratici per gli insegnanti di oggi", e di "Maleducati o educati male. Consigli pratici di un'insegnante per una nuova intesa fra scuola e famiglia", entrambi per Vallardi.

SEGUIMI su facebook

SEGUIMI SU TWITTER

Se vuoi seguirmi clicca su SEGUI

mercoledì 15 febbraio 2012

L’Italia sembra il paese degli idioti. Terza parte. 283°

Un’altra prova di idiozia diffusa è la reazione che moltissimi italiani hanno avuto alla frase di Mario Monti “i giovani devono abituarsi all'idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita. E poi, diciamolo, che monotonia!”.

Se l’idiota è uno che “non capisce o fa finta di non capire una situazione”, il non capire o il fingere di non capire che Monti non voleva dire che il posto fisso era monotono rispetto alla disoccupazione è un perfetto esempio di idiozia. Il fingere di non sapere che i cambiamenti continui del mercato del lavoro– e non da oggi, ma da molti anni – consigliano di scegliere percorsi di studio che permettano di riciclarsi più volte nella vita è da idioti in malafede.

Ai miei alunni lo dico da anni, che devono studiare qualcosa che permetta loro di essere preparati ai cambiamenti. Che cosa ha detto di diverso, Monti? Quello che deve essere fisso è il lavoro non il posto fisso nello stessa azienda per tutta la vita. Si deve avere un lavoro e poi, se necessario, cambiare, secondo le esigenze del mondo del lavoro. Non dipende la Monti questa situazione. Monti ha detto una semplice verità. E ha espresso tanti altri concetti. Ma la gente ha reagito come se avesse detto soltanto che ad avere il posto di lavoro fisso ci si annoia mortalmente, e facendo anche di tutta l’erba un fascio, ha attribuito a Monti anche le frasi dette dal governo precedente. Gente che non capisce o fa finta di non capire una situazione, appunto.

Copio e incollo:

“Comincino lor signori a staccarsi dalle loro poltrone e vadano a cercarsi tramite concorsi, invio di centinaia di curriculum, inserzioni a vuoto, a darsi da fare per tirare a campare solo per pagare le tasse. È bello parlare e sentenziare , dare dei bamboccioni, dare degli “sfigati”, loro ci stanno riempendo solo di comportamenti vomitevoli e non posso continuare perchè sarei sicuramente censurato.”

“..perché non ci danno loro dimostrazione di questa “monotonia” e non si levano di torno cercando altro? su queste cose dovrebbero solo vergognarsi e avere il buon cuore di stare zitti!”

“e come dovrebbero fare a cambiare se il lavoro non ce l’hanno????
devono sono vergognarsi!! siamo caduti dalla padella alla brace. Che schifo!!!”

“Il posto fisso diventa obsoleto? ma cosa dice monti, semmai questo porta stabilità …”

“allora 3 mesi quà, 3 mesi là, 3 mesi giù, 3 mesi sù, e via dicendo,il professorino dai modi gentili non ha la minima idea di quello che vuol dire sbattersi per cercare un lavoricchio, tanto lui ha la sua poltrona ben salda da anni, i giovani e non, non sono numeri, e non possono essere trattati come tali,poi la frease “che monotonia il posto fisso” è agghiacciante, si sà che il posto fisso ti dà la possibilità di crearti un futuro, come è stato fino ad ora,ma questo a monti non interessa perchè ha una visione della vita vista”da benestante” e lui e i suoi simili non hanno la minima conoscenza del vivere delle persone modeste o normali, che anche questo pseudoprofessore dai modi gentili nè capisce sì di tecnica economica,ma lasci perdere tutto il resto perchè è estremamente ignorante e non è in grado di comprendere la fenomenologia del vivere quotidiano dei lavoratori e dei pensionati(gli unici che sono stati bastonati sonoramente)ma a lui forse questo no gli interessa minimamente,mi sembra ormai più che lampante.”

“Quello che dice il lord Monti è vomitevole”

“Voglio cambiare, posso diventare presidente del consiglio? mi bastano una decina d’anni per mettere da parte un pò di soldini tanto siamo abituati a vivere con poco così dopo posso campare per un pò in attesa di ricollocazione lavorativa! quante ca…te si dicono. Ma i figli del caro sig. Monti dove lavorano? hahahahahaha ridiamo che è meglio”

“da “male in peggio” …. incredibile !!!! ma da quando si sostengono certe teorie ? “la sicurezza del posto di lavoro è deleteria” ????? ma chi esprime tali pensieri lo dice convinto oppure per prendere per i “fondelli” il popolo italiano???”

“ecco l’ennesima sortita che cade come un macigno sulla testa dei giovani. A buttarla sulla testa è prorio questo qui, dall’alto del suo esagerato potere che tanto-i-soldoni-suoi-non-gliegli-toglie-più-nessuno-per-tutta-la-vita-alla-facciazza-del-posto-fisso-che-monotonia-bisogna-abituarsi-a-cambiare. ha gia’: leggo bene “i giovani devono abituarsi a cambiare”, e si, mica lui no? …

bene, avrei una domanda sebbene retorica per il professor Monti: professore, noi
siamo italiani….ma lei chi è?”

"Perché pagare le tasse ad uno Stato i cui rappresentanti trascorrono le giornate a rompere le scatole alle varie categorie? Perchè noi avvocati dovremmo pagare le tasse se ci create tanti problemi e ci costringete con le vostre leggi a contiunui aggiornamenti tanti da non avere tempo per lavorare? Amici, siamo in tanti, organizziamo una bella manifestazione a Roma prima che questo incompetente riduca il Paese a pane ed H2O..."

"Il posto fisso monotono? Si, certo, “magari a 30 anni” quando si è giovani, dinamici ed "interessanti" agli occhi delle varie compagnie...Ma a 50, 60 anni? Cosa dovrebbe fare uno a quell'età? Cercare qualche azienda che lo assuma? Impresa quasi o del tutto impossibile …"

“tutto quello che stai facendo a questo paese non cambierà uno stato di fatto: sei un vecchio babbione. Inizio a pensare che la morte sia l'ultima forma di democrazia e il fatto di potervi vedere cadere in decomposizione l'unico lusso di essere giovani in questo paese di merda.

“e bravo Monti….ma per darci l’esempio come mai non ha rifiutato la nomina di senatore a vita????”

“crepa monti. io non ti ho eletto. e nessuno aveva il diritto di mettere il tuo culo faccido li dove sei. solo il popolo ITALIANO ha il diritto di farlo. elezioni e referendum. vergogna massone .. io ti faccio il malocchi piu nero . a te e le tua famiglia.”

“Monti mi fa soltanto venire il vomito, perchè quello che dice e quello che ha in mente di fare per l’italia è soltanto una sanguinaria prospettiva….le persone come lui andrebbero seriamente punite in quanto stà concordando in sieme a tutti i suoi colleghi politici per una distruzione di massa dell’italia…”

“C’è poco da commentare se non dire che credo che una frase del genere non possa uscire che dalla bocca di uno stronzo o di un deficiente o più probabilmente di uno che ha tutte e due le caratteristiche”.

“vergognati , sei andato al governo senza che nessuno ti ha votato . democrazia o dittatura ??????”

“I miei complimenti al ladro Mario, spero che tu ti dimetta il primo possibile perche' stai dando solo problemi VERGOGNATI!!!”

E così via. Se ne trovano a bizzeffe di frasi come queste. La gente parla senza sapere e senza capire. Chiunque si crede più preparato e intelligente di Mario Monti. Tutti si nascondono dietro l’anonimato (o creduto tale) di internet e si permette di vomitare odio, di lanciare maledizioni e di esprimere giudizi gravemente offensivi e fortemente qualunquisti.

Questa è l’Italia nella quale vivono i nostri figli e i nostri alunni. Un’Italia dove qualsiasi idiota può urlare le sue idiozie.

Un tempo chi non sapeva niente si vergognava e taceva. Adesso urla stupidaggini credendosi un esperto perché non solo nessuno gli dice, semplicemente, “ma stai zitto! ma che cosa ne vuoi sapere, tu?”, ma addirittura viene interpellato per esprimere in televisione la sua insulsa opinione. I passanti vengono intervistati per spiegare, indifferentemente, secondo le esigenze del momento, che cosa ne pensano della crisi o del freddo o dell’aumento del prezzo delle ciliegie.

Basta vedere l’esercito di opinionisti del programma “Forum”, per capire che cosa intendo.

Persone intelligenti che amate l’Italia, svegliatevi! Ribellatevi agli idioti! Rispondete per le rime, difendete l’intelligenza e l’onestà. E non, come fate, spiegando con logica e ragionamenti, perché gli idioti non capiscono i ragionamenti. Le loro non sono opinioni frutto di ragionamenti ponderati, ma semplici frasi ad effetto che non hanno nulla dietro. Ben venga il dibattito, ben vengano le idee, anche in contrasto con le nostre. Purché siano il frutto di riflessioni.

È ora di finirla con la stupidità imperante.

È ora di finirla di sopportare.

Spero davvero che il presidente Mario Monti non si stanchi di questa Italia che sembra il Paese degli idioti, e continui a cercare di tirarla fuori dalle sabbie mobili nelle quali altri l’hanno fatta cadere.

L'Italia sembra il Paese degli idioti. Prima parte e Seconda parte.



4 commenti:

  1. mi piace molto questo passaggio "Persone intelligenti che amate l’Italia, svegliatevi! Ribellatevi agli idioti! Rispondete per le rime, difendete l’intelligenza e l’onestà. E non, come fate, spiegando con logica e ragionamenti, perché gli idioti non capiscono i ragionamenti. Le loro non sono opinioni frutto di ragionamenti ponderati, ma semplici frasi ad effetto che non hanno nulla dietro. Ben venga il dibattito, ben vengano le idee, anche in contrasto con le nostre. Purché siano il frutto di riflessioni."
    la lotta più dura, e me ne rendo conto giorno dopo giorno, è con gli ignoranti! soprattutto con quelli che con l'arroganza prendo il sopravvento...e dicono di aver ragione! e con loro il dialogo è impossibile!!
    stiamo andando alla deriva...culturalmente e umanamente....

    RispondiElimina
  2. Beh d' accordo, esagerazioni a parte, la frase non è stata comunque felicissima, immagino che lei sia/sarebbe contenta di avere un posto fisso nella scuola invece che vagare per più scuole da un anno all' altro, però si ormai la società è liquida-moderna e ci si può fare poco ma addirittura volerla rendere ancora più mobile(come sembra voler fare il governo Monti) non mi sembra il massimo.
    Ah e spero di non essere considerato uno di quegli idioti dei quali lei parla. Tanti saluti

    RispondiElimina
  3. Caro Fede, il presidente Monti, che non è un politico, dice le cose che pensa senza considerare abbastanza il fatto che non tutti capiscono quello che è sottinteso. I politici, si sa, programmano a tavolino ogni frase, ogni battuta, ogni sguardo, ogni atteggiamento, in base alle ricerche dello staff che cura la loro immagine.
    E' ovvio che preferisco non cambiare scuola (se mi trovo bene)! Nessuno ha detto che bisogna cambiare tanto per cambiare. Né che è bello non avere il lavoro.
    Ci sono lavori (come l'insegnamento) dove non c'è motivo di cambiare perché cambiano gli utenti (alunni) e perché non cambierebbe nulla: non c'è possibilità né di promozioni né di miglioramenti economici. Anche se, per la verità, ho più volte detto che dovrebbe essere obbligatorio all'inizio della carriera, pretendere che gli insegnanti facciano esperienza in scuole di ordine diverso.
    Invece ci sono altri tipi di lavoro dove cambiare significa migliorare. Già da anni, per esempio gli ingegneri,cambiano lavoro più volte.
    Gli idioti di cui parlo, Fede, non sono quelli che esprimono dissenso o fanno osservazioni. Sono quelli che sparano sentenze(e lo fanno con grande sicurezza)senza sapere nulla di nulla.
    Continua a leggere (e a scrivere!).

    RispondiElimina
  4. L'ignoranza dà sicurezza e tranquillità.

    RispondiElimina

DESIDERI ESSERE AVVERTITO VIA MAIL DELLA PUBBLICAZIONE DI NUOVI POST? Inserisci la tua email

ULTIMI COMMENTI

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
CHIEDETELE L'AMICIZIA!!

Archivio blog dove potete leggere tutti i blog dal primo, del 31 maggio 2010