visite al blog di Isabella Milani dal 1 giugno 2010. Grazie a chi si ferma a leggere!

La professoressa Milani

La professoressa Milani
La professoressa Milani. Ritratto di Moise.

QUESTO BLOG NON E' UN FORUM.

QUI NON SI FA POLEMICA E NON SI LITIGA.

Chi lo desidera può intervenire ma solo con educazione.

Commenti anonimi non verranno presi in considerazione.

Il mio blog non è fatto per scambiare le opinioni, ma per esprimere le mie, per condividere le mie esperienze e per dare dei consigli, sperando di essere di aiuto a qualcuno. Quella di non volere il dibattito nel blog è una scelta obbligata, se voglio continuare ad avere il tempo di scrivere (sul blog, su facebook e privatamente).

Tutti possono leggere i consigli che do, e accettarli, se li ritengono validi. Lascio a tutti la libertà di pensarla diversamente, ma non quella di pretendere che io controbatta. E non lascio neanche la libertà di controbattere sul blog quello che scrivo, perché questo mi obbligherebbe a rispondere. Per questo ci sono i forum, appunto.

Metto continuamente in discussione e valuto le mie idee discutendo con le mie colleghe (e con i miei colleghi) e leggendo quello che scrivono sul web gli insegnanti, i giornalisti, gli psicologi, gli psichiatri, i pedagogisti, ecc..

Le mie idee sono spesso il risultato del contrasto fra visioni diverse della scuola.

domenica 16 gennaio 2011

Le cose belle della vita. 145°

Prendete fra le mani la vita. La vostra. Rigiratela da ogni lato.

Prima di tutto: come la vedete?

Sì, si fatica a visualizzarla, così rimpicciolita, ma provateci. Chiudete gli occhi e aspettate. Aspettate di vedere che cosa avete fra le mani, con gli occhi della mente. Lo faccio anch’io. Ascolto una musica che mi piace. Aspetto. Ecco, lo vedo: è un frutto. La scorza è verde chiaro. Ha sfumature rosa pallido. Rigiro il frutto fra le mani. Lo soppeso con una mano e lo accarezzo con l’altra per sentirlo con il tatto. La superficie è liscia solo in parte: sotto ci sono parti irregolari, ruvide, rugose, squamose. Ci sono piccole spine come di fico d’India. Le parti lisce sono vellutate. Con due mani lo apro senza sforzo, a metà. L’interno è morbido, succoso, perfettamente bianco. Ha un profumo molto intenso e buono. Lo assaggio. Ha il sapore del frutto che avrei sempre desiderato mangiare.

Se la mia vita fosse questo frutto, è nell’interno che dovrei cercare la parte importante, l’essenza. Invece troppo spesso guardo la scorza del frutto e vedo le irregolarità, le squame, e sento le spine.

Ci penso da molto tempo. La nostra difficoltà, ciò che ci preclude una vita serena, e a volte felice, è questa nostra incapacità di non fermarci alla scorza superficiale. Lo dicono tutti, del resto, non è una mia scoperta. Ma come si fa? Quali sono le cose belle della vita? Ci provo.

Le cose belle della vita sono tutte quelle che abbiamo già. Per qualche motivo – e anche questo lo dicono tutti – ci accorgiamo di quanto siano importanti e belle solo quando le perdiamo. Lo dicono tutti quelli che perdono le cose. Dopo che le hanno perse. Ma noi, di solito, non ascoltiamo veramente. Ci dimentichiamo di notarle. Tutto qui.

Le cose belle della mia vita.

Ho la musica, prima di tutto. Mi fa provare emozioni intense, mi fa compagnia.

Ho parecchie parti del corpo funzionanti, anche se ne ho qualcuna che non funziona più come prima, o che non ha mai funzionato bene.

Ho qualcuno che mi vuole molto bene. Ho qualcuno a cui voglio molto bene. Tante persone con le quali divido la vita o anche solo il tempo. Posso insegnare a dei ragazzi. Ho tanti giovani uomini e donne che sono stati miei alunni e che mi ricordano con affetto.

Forse avrò una piccola tartaruga.

Leggo: so leggere e posso farlo. Faccio fotografie. Scrivo, dipingo, costruisco oggettini, riparo le cose che si rompono. Ho tantissimi libri. Ho un computer con il quale mi collego ad internet e posso comunicare con persone e pensieri di ogni parte del mondo. Ho un cervello che funziona abbastanza bene. Posso riflettere. Ho da mangiare e da bere. Ho una casa che mi piace e un letto con tre coperte morbide. Ho delle medicine per curarmi se mi sento male. Ho i denti. Ho gli occhi. Ho gli occhiali. Vedo le cose belle. Vedo il mare in burrasca e so godere dello spettacolo. Vedo il mare calmo e so trovarlo rilassante. Vedo i colori del cielo e ne gioisco. Colgo la bellezza del rumore del vento fra le foglie e quella del silenzio della neve che cade sui campi. So amare le cose che ho e amare ancora quelle che non ho più. So apprezzare gli oggetti che mi permettono di avere più tempo libero. So che qualcosa di buono ho lasciato alle persone che mi hanno incrociato nella loro vita. E sono contenta delle cose belle che gli altri hanno lasciato in me.

Tutto questo potrei non averlo. Ma ce l’ho.

"Grazie alla vita, che mi ha dato tanto." È questa la canzone che ho ascoltato.

Ce l’ho.

Nessun commento:

Posta un commento

La professoressa Milani è anche su facebook.

La professoressa Milani è anche su facebook.
Chiedetele l'amicizia!

Informazioni personali (semiserie)

Le mie foto
Italy
La professoressa Milani è una famosa professoressa italiana. Toscana, per la precisione. E' un'insegnante normalissima, come ce ne sono tante, nella Scuola italiana. Non è "una gran bellezza", ma nemmeno "una gran bruttezza". In qualche periodo c'è qualche chilo di troppo. O forse sembra a lei. Il sorriso, sì, è bello. Ma se si arrabbia la bocca diventa una lama tagliente e gli occhi azzurri si trasformano in ghiaccio grigio. Di lei potete vedere il ritratto che le ha fatto il famoso fumettista italiano Paolo Moisello, "Moise": hanno avuto la fortuna di conoscersi, parecchi anni fa, alla Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.

Precisazioni doverose

Nessun animale, nessun alunno, nessun professore, collaboratore scolastico, collaboratore amministrativo, dirigente o genitore ha subito o subirà violenza durante la scrittura di questo blog. Ogni riferimento a fatti, persone o cose è mascherato per il rispetto della privacy. Per lo stesso motivo tutti i nomi sono di fantasia.

Se qualcuno ci riconosce un fondo di grande verità, questo è assolutamente voluto.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di questo blog sono protetti dalla licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

Isabella Milani. Tutti i diritti riservati


Ogni diritto sui contenuti del blog è riservato ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo blog (comprese le immagini ) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

Precisazione:è permesso condividere i post indicando la provenienza.

Non è possibile utilizzare il ritratto della prof. Isabella Milani fatto per lei da Paolo Moisello, di proprietà della prof. Milani, su blog, siti o come immagine profilo su facebook, ecc.